Disturbi di sonno, quando si tratta di insonnia

La signora Morena negli ultimi due anni ha cominciato ad avere disturbi di sonno e non sa se si tratta di insonnia.

E’ preoccupata che sia insonnia…anche sua mamma per un lungo periodo è stata insonne quando lei era adolescente e l’ha vista trasformarsi, soprattutto l’ha vista andare incontro alla depressione.

Morena non sa dire se questi disturbi del sonno si trattino di insonnia perchè alla fine non ci sono sempre, alcune notti si, altre notte no…dorme di filato fino a mattina!

Morena ama molto il Natale, è il periodo i cui maggiormente può dare sfogo alla sua creatività e voglia di addobbare la casa.

Questo periodo natalizio è molto febbricitante per lei ! già dai primi di dicembre ha cominciato i preparativi per la casa, per il grande albero di Natale che prende mezza sala, tutte le decorazioni da mettere in giardino.

I suoi figli, ormai adolescenti, la prendono in giro e la chiamano “la fissata”!

A fine novembre ha iniziato a pensare ed organizzare il pranzo di Natale. Come ogni anno, inviterà i suoi genitori , la sorella col marito ed i nipoti, i parenti di suo marito. Ci tiene a fare un figurone: presenterà tutto al meglio e curerà ogni minino dettaglio.

D’altronde a lei riesce tutto così bene ! dalle sue mani escono creazioni bellissime ed è anche una brava cuoca.

 

Problemi di sonno dell’ultimo mese

Peccato che dai primi di dicembre ha notato che i suoi disturbi di sonno sono aumentati.

Si sveglia più spesso e resta sveglia più a lungo .

Il timore che questi disturbi di sonno siano un inizio di insonnia, porta Morena a dedicare un po’ di tempo a cercare informazioni su internet sull’insonnia.

Morena si domanda: quando si può parlare di insonnia e non di semplice notte disturbata ?

Cercando online delle spiegazioni , trova questo :

si parla di INSONNIA quando è presente un disturbo del sonno caratterizzato da una reiterata difficoltà di inizio, durata, mantenimento o qualità del sonno.

Però sono necessarie 3 condizioni per parlare di insonnia:

  •  l’opportunità di dormire adeguatamente (la persona ha possibilità di dormire, non ha ostacoli o difficoltà a dormire)
  • la persistenza del disturbo ( per più di un mese)
  • l’associazione tra disturbo del sonno e disfunzioni diurne (la sonnolenza diurna è uno dei sintomi più eclatanti)

CARATTERISTICHE dell’insonnia:

  • I sintomi notturni comprendono difficoltà di inizio e/o mantenimento del sonno, sonno leggero e non ristorativo
  • I sintomi diurni comprendono sonnolenza, difficoltà di concentrazione, calo del tono dell’umore, irritabilità, difficoltà sociali/occupazionali o in altre aree importanti del funzionamento
  • L’insonnia è un disturbo persistente ma non necessariamente costante nel tempo per sintomi e entità
  • L’insonnia è un disturbo del sonno in cui la componente di percezione soggettiva è caratterizzante.

 

Ecco trovate queste informazioni, Morena comincia a pensare che forse i suoi non sono solo disturbi di sonno ma potrebbe trattarsi di insonnia. Varie cose tornano !

Come capire se è insonnia ?

Morena si era ormai tranquillizzata  che l’insonnia non la riguardasse. A differenza della mamma, lei aveva sempre dormito bene .

Con l’avvicinarsi del Natale ha notato che questi disturbi del sonno tendono a presentarsi di più.

Nell’ultimo mese si è svegliata spesso con la sensazione di essere poco riposata. La qualità del suo sonno sembra proprio cambiata, molto più leggero e non ristorativo .

Proprio in questo periodo natalizio che è cosi serena! E poi adesso che ha bisogno di energia per fare tutto quello che si è programmata.

Ha notato che si sveglia spesso di notte ed impiega un bel po’ prima di riaddormentarsi. Alcune volte si sveglia anche precocemente verso le 5.30/ 6.00.

O ancora ha avuto difficoltà ad iniziare il sonno , ad addormentarsi.  E nota che ha dormito poco, meno di 6 ore !

A questo punto , i timori di Morena sono quelli di non arrivare riposata e con la giusta carica per il Natale e per il pranzo che sta preparando come ogni anno con tanta cura e a cui tiene molto.

 

Ha sentito dire che le AUTO diagnosi su internet sono nocive e pericolose.

Allora cerca su internet qualcuno di più qualificato e trova una psicologa che si occupa di insonnia e di problemi di sonno , della donna in particolare.

 

Non ci aveva mai pensato, ma decide intanto di provare con un colloquio, per capire se ci può essere qualcosa.

Morena è convinta che questi disturbi di sonno siano passeggeri, che non si tratti di insonnia, forse sono legati alla familiarità che la mamma ha con questo disturbo.

Decide comunque di scrivere alla psicologa che ha trovato su instagram e prendere contatto per fissare un appuntamento con lei.

 

Come pensi finirà la storia di Morena?

Pensi che potrebbe trattarsi di insonnia?

E se fosse insonnia quali potrebbero essere i fattori

  • predisponenti…
  • precipitanti…
  • perpetuanti ….

della situazione di Morena?

 

Scrivimi se hai delle idee o delle ipotesi sulla storia di Morena !

Inoltre se ti fossi ritrovata/o nella storia di Morena e hai voglia di prendere contatto con me per toglierti dei dubbi, contattami.

Possiamo intanto conoscerci con un colloquio gratuito di 15 minuti.

 

Foto di Nicole Michalou